Principi e Strumenti

Strumenti della maturit?

“In primo luogo, dobbiamo riconoscere che dal momento in cui viviamo in corpi fisici, possiamo vedere i nostri corpi come strumenti per aiutarci a crescere. Se non ci prendiamo cura adeguatamente dei nostri corpi, potremmo scoprirli diventare nostri nemici invece che nostri amici.
Secondo, scopriamo che rispondiamo al mondo con le nostre emozioni. Se le nostre emozioni sono sempre agitate a causa di simpatie e antipatie intense, risponderemo emotivamente a ci? che gli altri dicono e non li ascolteremo veramente. Potremmo sentire la nostra propria idea di ci? che stanno dicendo, ma se abbiamo un pregiudizio emotivo, non li ascolteremo obiettivamente.
Terzo, se non sappiamo come usare la nostra forza di volont? per superare i difetti in noi stessi, o per fissare obiettivi e realizzarli, allora non conosceremo mai la realizzazione nella vita.
Infine, se non sviluppiamo il nostro intelletto, allora non possiamo capire chiaramente le cose, e le esperienze della nostra vita attraverseranno le nostre menti in modo offuscato, opaco.? J. Donald Walters, Educare alla Vita, Ananda Ed.

L?obiettivo fondamentale di EaV ? coltivare in ogni studente l?esperienza della maturit?, che ? definita come ?la capacit? di relazionarsi in modo appropriato a realt? diverse rispetto alla propria?.

Gli strumenti principali per sviluppare questa capacit? sono il Corpo, il Sentimento, la Volont? e l?Intelletto, che chiamiamo Strumenti della Maturit?. Ognuno di essi ha un particolare periodo dell?infanzia in cui si sviluppa al meglio.

Nelle realt? educative EaV il metodo prevede uno sviluppo armonico di tutte e quattro.

Alcune delle pi? alte espressioni di Corpo, Sentimento, Volont? e Intelletto:

Corpo

Energia fisica, controllo movimento e consapevolezza del corpo; sviluppo e cura del corpo per il suo uso a lungo termine con la giusta dieta, sport, yoga; relazionarsi alla vita attraverso il movimento, l?azione e l?espressione corporea.

Sentimento

Calma ed espansivit? emozionali: la capacit? di raccogliere e canalizzare le emozioni turbolente e di rimanere in contatto con il proprio sentimento calmo e sensibile, come strumento inestimabile di comprensione; relazionarsi alla vita in armonia, gioire dell?amicizia ed esprimersi attraverso le arti e la musica.

Volont?

Forza di volont? dinamica e persistente: la capacit? di concentrare le proprie energie verso il superamento degli ostacoli e il raggiungimento del successo; relazionarsi alla vita cambiando il risultato degli eventi, padroneggiando le sfide e realizzando i traguardi.

Intelletto

Intelletto chiaro e pratico; chiarezza dei pensieri e capacit? di ragionamento; relazionarsi alla vita attraverso il pensiero, l?apprendimento e la comprensione profonda di significati, motivazioni, azioni.

Bambino al centro

?Solo comprendendo e rispettando la natura del bambino cos? come essa ? si pu? aiutarlo a raggiungere l?equilibrio della vera maturit?.?J. Donald Walters, Educare alla Vita", Ananda Ed.

Una vera “Educazione alla Vita” ? ?strutturata unicamente intorno ad un approccio equilibrato alla crescita e allo sviluppo di ogni studente. Offre esperienze di apprendimento personalizzate, progettate per aiutare gli studenti a raggiungere l?eccellenza accademica, costruire connessioni significative con gli altri e prepararsi per le sfide della vita attraverso la creativit?, il servizio agli altri, l’avventura dinamica e la scoperta di s?.

?Quando i bambini ricevono cos? tanto amore, si sentono al sicuro e possono essere s? stessi. E allora tutto accade: l’apprendimento, la crescita e i bambini si aprono completamente. Hanno cos? tanta sicurezza in s? stessi, tanta fiducia nelle loro capacit?, che possono imparare qualsiasi cosa!?Genitore EaV, Palo Alto, California

Il metodo Educare alla Vita ? centrato sul bambino, nel senso che ogni aspetto della scuola ? focalizzato sul sostegno allo sviluppo completo ed equilibrato di ogni studente.

L?obiettivo ? quello di identificare e coltivare il pi? alto potenziale di ogni bambino.?Quando i punti di forza individuali vengono incoraggiati e rafforzati continuamente e coerentemente, i bambini sviluppano la fiducia in s? stessi, l’autostima e l?entusiasmo per l?apprendimento.

I gruppi classe sono ridotti, in modo che gli insegnanti possano lavorare a stretto contatto con ogni bambino. Gli insegnanti sono formati a valutare lo sviluppo fisico, mentale ed emotivo di ciascuno di loro e a guidarli di conseguenza. E? evidente che quando gli studenti sentono che l?educazione ? focalizzata sui loro bisogni e interessi, il primo amore per l?apprendimento fiorisce nel corso degli anni scolastici.
Quando un insegnante si prende il tempo per creare attivit? in classe basate sui bisogni e sugli interessi degli studenti, la scuola diventa un?esperienza entusiasmante, che accresce il valore della vita e permette di compiere moltissima strada verso la soluzione al problema del coinvolgimento degli studenti.?Con l?esperienza, gli insegnanti sviluppano un senso intuitivo per ci? di cui i bambini hanno bisogno, insieme alla fiducia necessaria per attuare idee creative che soddisfino queste esigenze.

L?enfasi su un curriculum centrato sul bambino contribuisce anche a una sensazione di rispetto reciproco tra insegnante e studente. Prestando particolare attenzione agli individui, l?insegnante sviluppa apprezzamento per le qualit? positive di ogni studente. I bambini, d?altro canto, sentono che l?insegnante sta cercando di adattare il processo di apprendimento ai loro interessi e abilit?, invece di imporre loro un rigido programma di lezioni prestabilite. In questo modo insegnanti e studenti possono partecipare all?emozione di creare insieme il curriculum: questo ? motivante per entrambi.

Insegnanti EaV

?Ricorda, qualsiasi cosa vuoi che gli altri siano, devi prima esserla tu stesso, e vedrai che essi risponderanno nella stessa maniera? Pi? migliori te stesso, pi? eleverai gli altri intorno a te.?Paramhansa Yogananda

Le scuole propriamente organizzate sono giardini in cui le anime infantili vengono coltivate e allevate. I giardinieri dovrebbero essere ben selezionati e cooperare con i genitori e il pubblico. Gli insegnanti non dovrebbero mai essere trascurati, perch? sono modellatori dell?anima. La cura e il nutrimento spirituale dei primi anni di vita di una pianta umana di solito ne determina il suo sviluppo successivo.

Gli esempi viventi possono ispirare i bambini molto pi? efficacemente delle regole. Un insegnante che comprende profondamente la propria materia ? pi? facilmente in grado di risvegliare un amore e un coinvolgimento altrettanto profondi nei bambini. Educare alla Vita ? costruito attorno alla sensibilit? e al cuore aperto degli insegnanti verso i loro studenti. ? essenziale, quindi, che nella sua vita l?insegnante esprima atteggiamenti positivi, valori spirituali e morali e la maturit? che cerchiamo di trasmettere ai bambini.

?Gli insegnanti sono molto positivi. Vedono solo il meglio in ogni bambino e si sforzano di nutrire quella parte speciale. Ogni insegnante di una scuola Educare alla Vita segue un percorso spirituale che include la meditazione. Gli insegnanti hanno una meravigliosa chiarezza e una grande gioia che infondono ogni giorno ai nostri figli.?Genitore Educare alla Vita, Palo Alto, California

Gli educatori abbracciano il metodo EaV considerandolo un processo che dura tutta la vita. Ogni insegnante ? attivamente impegnato nel proprio sviluppo personale e spirituale. Tutti meditano regolarmente e praticano tecniche di auto-osservazione per avere una calma attiva e una buona centratura. Essi ricevono sostegno e formazione costanti per rimanere pronti, espansivi ed entusiasti.

Gli insegnanti EaV sono autentici e i bambini lo percepiscono immediatamente.?Sono in grado di vedere i doni unici che ogni bambino possiede e di celebrarli in tantissimi modi nel corso della giornata scolastica: attraverso l’incoraggiamento, le affermazioni positive, intervenendo in modo mirato nei momenti di sfida, offrendo sostegno e poi con la celebrazione e tanta gioia.

Gli educatori EaV comprendono che il buon insegnamento ? un?arte e una scienza guidate dall?ispirazione, non dalla coercizione.?Si focalizzano sul positivo, non sul negativo ? sulle soluzioni, non sui problemi. Creativit? e spontaneit?, cos? come disciplina e struttura, sono istillate nella loro pedagogia. Loro stessi si considerano studenti per tutta la vita.

?(Gli insegnanti) vivevano i principi che insegnavano e questo ha fatto s? che io li rispettassi immensamente?I.Z., ex alunno Educare alla Vita
?Non soffermarti mai sul pensiero dei tuoi difetti. Ricorda, invece, le tue buone azioni e la bont? presente nel mondo. Convinci te stesso della tua innata perfezione.?Paramhansa Yogananda

Regole EaV

?La scuola dell?infanzia ha organizzato un programma di danza improvvisata. Tutti gli altri bambini della scuola erano tra il pubblico con i genitori della scuola dell?infanzia. In seguito, tutta la scuola si riunisce in un grande cerchio sul palco; tutti cantavano. Ho guardato i volti dei bambini, ed erano cos? felici e contenti!
Pi? tardi, ho cercato di spiegarlo alle persone nel mio ufficio, ma non riuscivo a trovare le parole. Sapevo solamente che i miei figli erano amati e che ci si prendeva cura di loro, che tutti i bambini l? erano amati e ci si prendeva cura di loro, e che non avrei mai potuto trovare un posto migliore per i miei figli.?Genitore EaV, Palo Alto, California

Le regole in una scuola Educare alla Vita:

  • Divertiti

    Scopri che la vera felicit? include anche la felicit? degli altri nel loro lungo viaggio verso la consapevolezza dell?unit? di tutte le cose.

  • Pratica la gentilezza

    Impara a praticare la gentilezza reciproca con gli altri e a riconoscere che cos? facendo si crea un?atmosfera amorevole e sicura.

  • Scegli la felicit?

    Impara che hai il potere di scegliere come risponderai alle sfide della vita. Impara a concentrarti sul positivo piuttosto che sul negativo; a controllare i tuoi stati d?animo e ad alzare la tua energia per affrontare la vita.

  • Sii un amico amorevole per tutti - bambini ed insegnanti

    Gioca insieme agli studenti delle diverse classi. Divertiti ad aiutare i bambini pi? piccoli. Condividi le tue conoscenze e accoglile dagli altri, sia studenti che insegnanti.

  • Ridi spesso

    Risate e vivaci scambi in classe aiutano a fare dell?apprendimento un processo gioioso. “Sii un milionario di sorrisi!”

  • Sii uno studente per tutta la vita

    I bambini, i ragazzi e gli adulti che scoprono l?amore e la gioia di imparare, continuano a meravigliarsi e ad apprendere ogni giorno gli uni dagli altri.

  • Abbi fiducia in te stesso

    Impara a rivolgerti verso l’interno, chiedendo alla tua intuizione e conoscenza per trovare le giuste riposte alle sfide della vita.

  • Usa la tua volont? per creare energia positiva

    Innalza la tua energia con volont? e coraggio per affrontare ogni momento della tua vita. Per farlo, attiva gli strumenti come il canto, il movimento fisico, gli esercizi di ricarica, la risata, le passeggiate in natura, o il semplice silenzio.

  • Trova la gioia dentro di te

    Diventa consapevole che la felicit? risiede dentro di te, non fuori. Impara a usare il respiro per centrare e calmare te stesso. Guarda alle vite dei santi e dei saggi di tutte le religioni come modelli nella tua ricerca della vera felicit?.

Sviluppo progressivo e gravit? specifica

?Il compito dell?educazione ? di coltivare nei bambini gli ideali della maturit?, accompagnandoli cio? ad includere realt? diverse dalle loro. Un bambino ha il naturale bisogno di sentirsi al sicuro entro confini a lui gi? noti. Fortunatamente per il suo sviluppo, sente anche l?innato bisogno di espandere quei confini, via via che percepisce in se stesso la capacit? di spingersi verso l?esterno.? J. Donald Walters, Educare alla Vita, Ananda Ed.

Ogni bambino, come ogni adulto, ? in un cammino.?Cammina verso il raggiungimento e l?espansione della gioia.

Lo scopo essenziale dell?educazione e della vita stessa ? l?espansione della nostra coscienza. Esiste una dimensione della coscienza che attraversa tutta la vita.
Nella parte pi? alta di questa sequenza di livelli troviamo un?energia vibrante ed espansiva che si rivela in qualit? come la gentilezza, la sincerit?, il perdono, la generosit?, il rispetto di s?, l’amore e la gioia.

Il livello meno avanzato, si esprime con un’energia pi? bassa e in una gamma ristretta di comportamenti, manifestandosi in qualit? come: ostinazione, negligenza, mancanza di autostima, superstizione, tendenza a procrastinare, insensibilit? e falsit?.

Nella fascia media dei diversi livelli di coscienza troviamo una variet? di comportamenti in cui l?energia ? generalmente alta, ma con un?espressione turbolenta ed egoistica come troviamo negli atteggiamenti come l?egoismo, l?impulsivit?, l?orgoglio, la pignoleria, il senso di vendetta, la preoccupazione e l?arroganza.

Il progredire attraverso i vari livelli di coscienza ? essenzialmente motivato dal desiderio dell?individuo di evitare il dolore e la tristezza e di ottenere un?esperienza di felicit? sempre pi? duratura e soddisfacente. Ai livelli inferiori dove la coscienza ? contratta, la motivazione viene quasi sempre prodotta attraverso l?applicazione di regole e altre forme di disciplina esteriore, come quando un bambino insensibile deve essere forzato a fermare il suo bullismo sugli altri. Man mano che saliamo verso livelli pi? alti, una forma pi? profonda e duratura di motivazione diventa gradualmente accessibile.

All?interno di tutti i pi? alti valori della vita, c?? un nucleo intrinseco di esperienza che fornisce una motivazione naturale per esprimere quella qualit?. Ad esempio, c?? una calma che accompagna l?espressione della verit?, e una gioia che pu? essere sentita nel servizio disinteressato. Man mano che la coscienza di una persona evolve, la necessit? di una motivazione esterna viene gradualmente sostituita da queste sensibilit? intime risvegliate, fornendo una base solida e pratica che conduce a scelte di vita costruttive.

Noi tendiamo al pi? alto livello di consapevolezza, in cui agiamo per il bene comune a livello personale e sociale; abbiamo una visione d?insieme delle situazioni e siamo orientati verso l?agire con una visione del risultato che va al di l? degli interessi personali.

Questo principio di Educare alla Vita si chiama Sviluppo Progressivo. Osservando i bambini, l?adulto comincia a intuire che ognuno ? guidato da tendenze diverse, ma che ciascuno, a modo suo, sta cercando appagamento e felicit?.

L?adulto ha il compito di spingersi al di l? delle apparenze e del giudizio, aiutando individualmente i bambini a raffinare sempre pi? la ricerca della felicit?, che consiste nell?evitare il dolore e nel cercare sempre pi? di fare scelte che avvicinano alla gioia. Il bambino capir? da s? che pu? espandersi, dalla rabbia alla pace e al perdono, dalla pigrizia all?attivit?, dalla tristezza alla felicit? incondizionata, dalla competizione alla cooperazione.

Gli insegnanti, gli stessi dirigenti scolastici e gli alunni sostengono coscientemente lo sviluppo da una coscienza inferiore ad una pi? alta. Gradualmente, quando gli studenti aumentano la loro consapevolezza, diventano loro stessi mentori in questo processo.

Flow Learning

?Da giovane naturalista ho realizzato che esiste una sequenza di giochi e attivit? che, a prescindere dall?et?, dall?umore e dalla cultura di un gruppo, sembra sempre funzionare al meglio.
Ovunque le persone rispondono a questa sequenza perch? ? in armonia con aspetti pi? profondi della natura umana.?Joseph Bharat Cornell, "Vivere la natura", Ananda Ed.

Joseph Bharat Cornell, il fondatore del movimento “Sharing Nature Worldwide” (www.sharingnature.com), individua il “Flow Learning” come un sistema di insegnamento semplice, ma sottile e fortemente efficace, basato su principi universali di consapevolezza e modalit? di apprendimento. Il Flow Learning, nato come strumento di educazione alla natura, ? applicabile in qualunque contesto pi? esperienziale dell’apprendimento. Consente agli insegnanti di qualsiasi disciplina di facilitare una comprensione intuitiva, intellettuale e pi? evocativa dell?argomento trattato, con il coinvolgimento attivo di tutti gli studenti. Gli insegnanti EaV fanno tesoro di questa pratica.

Ci sono quattro fasi nel processo:

  • Risvegliare l?entusiasmo
  • Focalizzare l?attenzione
  • Esperienza diretta
  • Condividere l?ispirazione

Questa sequenza fornisce una struttura semplice che permette all?insegnante di strutturare lezioni di successo, creando esperienze di apprendimento significative e profonde. Ogni fase ispira bambini e ragazzi con tante attivit? gioiose, intellettualmente stimolanti e altamente coinvolgenti. Le quattro fasi del Flow Learning fluiscono naturalmente l?una verso l?altra.

Fase Uno:
Risvegliare l?entusiasmo

Senza entusiasmo non c’? mai un?esperienza significativa di apprendimento. L?entusiasmo ? un flusso intenso di attenzione e interesse personale. I giochi per risvegliare l?entusiasmo sviluppano l?attenzione e vincono la passivit?, creando coinvolgimento e stabilendo un rapporto tra insegnante e studenti, promuovendo un legame di gruppo positivo. Il tempo impiegato nel creare un?atmosfera di curiosit?, divertimento o interesse personale ? inestimabile, perch? una volta che l?entusiasmo degli studenti ? attivato, la loro energia pu? essere focalizzata sulla lezione o l?esperienza imminente.

Fase Due:
Focalizzare l?attenzione

Senza attenzione focalizzata e concentrazione non pu? aver luogo un vero apprendimento. L’entusiasmo da solo non basta. Se i nostri pensieri sono dispersi, non possiamo essere veramente consapevoli di ci? che accade. Vogliamo portare l?entusiasmo degli studenti verso una concentrazione calma. Le attivit? per focalizzare l?attenzione aiutano gli studenti a diventare pi? calmi, attenti e ricettivi, predisponendoli cos? ad una maggiore comprensione e consapevolezza.

Fase Tre:
Esperienza diretta

Una volta che l?interesse e l?energia degli studenti sono stati risvegliati e focalizzati, il palcoscenico ? pronto per attivit? profondamente esperienziali. Assorbiti dall?esperienza diretta, gli studenti creano una connessione profonda con l’oggetto del loro apprendimento, rafforzando la comprensione intuitiva e favorendo intuizioni personali e ispirazione. Questa fase ispira meraviglia, empatia e amore, e aiuta a scoprire un profondo senso interiore di appartenenza e comprensione.

Fase Quattro:
Condividere l?ispirazione

Riflettere e condividere la propria esperienza con gli altri ci rafforza e ci d? chiarezza. La condivisione porta in superficie sentimenti non detti ma spesso universali che, una volta espressi, permettono di farci sentire pi? collegati all’esperienza vissuta e molto pi? vicini agli altri. Offrire agli studenti l?opportunit? di condividere la loro esperienza accresce l?apprendimento per l?intera classe, creando un?atmosfera elevante nel gruppo, rendendo molto pi? facile per l?insegnante condividere idee e storie ispiranti.

Flow Learning?s four stages flow naturally from one to the next. Each stage contains activities that are joyful, intellectually stimulating, and highly engaging.

Academics

A Lifelong Love for learning

Academic success depends on bringing the whole child into the learning process ? their energy, enthusiasm, commitment, and intensity.

The small class size allows to give individual attention to every child, every day. An enriched, balanced academic curriculum challenges the students at all levels of development.
Children develop self-confidence through kindness and supportive guidance. An excellent academic program, combined with attention to the individual child?s emotional needs, fosters exceptional and joyful learning.

Students learn how to learn, how to ask questions, how to listen and evaluate the answers. Children learn to take risks and express what they think and feel, in an atmosphere of respect: a model for an education that lacks the stress so many children experience in school today.
Cultivating a lifelong love of learning and critical thinking in an atmosphere of respect for the individual

?Children at Living Wisdom School develop an underlying sense of self-confidence, no matter what level of skill they operate on. Enthusiasm and self-confidence, this is what you need for your whole life. So often, when children go to school they lose these qualities. Living Wisdom School makes them stronger.? LWS Parent, Palo Alto
?My third-grade student was given a 3 x 3 grid whose numbers must add up to the same sum in all directions. He struggled for three days, then in the middle of class suddenly solved the puzzle. He exclaimed, ?Yes! Yes!? and kissed his paper. I then gave him a 4 x 4 magic square on which he struggled for four days. He finally solved it. A few mornings later, he was sick and debated whether or not to come to school. ?Wait,? he said, ?Do we have math today? I need to go. My teacher needs me.?Third-Grade Teacher, LWS Nevada City
“The only source of knowledge is experience.”Albert Einstein

Children find a real connection between their lives and the studies and the learning.
With the body and the senses they live concrete experiences; through the heart and feelings they create positive connections; through their will they express creatively what they have learned, integrating the learning in their lives.

?When you learn experientially, the learning sticks. It becomes part of who you are?different from just memorizing facts, then being tested on them.
When my daughter was learning to write poetry, her teacher respected her ability, so much that it was like my daughter learned the essence of what it is to be a poet.? LWS Parent, Palo Alto

Emotions

Only by calm inner feeling can a person know definitely the right course to take in any action. J.Donald Walters, Education for Life

Children can learn to recognize the difference between emotion and feeling.
A calm, sensitive feeling is an invaluable tool for the complete understanding of most subjects, while turbulent emotions? prevent clear and objective understanding.

Feeling, when it is calm and refined, is essential both to truly objective and to mature insight.
There are ways of clarifying feeling, just as there are principles of logic for learning to reason correctly.
Those who direct their lives from this deeper level of feeling achieve levels of success that are never reached by people who limit their quest for answers to the exercise of reason. Reason, indeed, if unsupported by feeling, may point in hundreds of plausible directions without offering certainty as to the rightness of any of them.
Usually, the greater the scientist, the more deeply he feels his subject; as Einstein put it, the essence of true scientific discovery is a sense of mystical awe.

Children need to learn how to react appropriately. This they can never do if their reaction springs out of their subjective emotions. Considerable training is needed to learn how to harness feeling and make it a useful ally.
From the earliest grades, we try to help children learn to be in charge of their happiness.
Many age-appropriate classroom practices are specifically designed to help children become aware of the choices they make, and the consequences of those choices. Thus they learn from their own experiences, rather than through dogma or punishment.
Children are encouraged to recognize that they can learn to choose their responses to the world around them.

?My children are completely comfortable at school, they are not afraid at all. In fact, since going to Living Wisdom School, they have developed such self-confidence they are not afraid of any new situation.? LWS Parent, Palo Alto
?When she comes home from school, my daughter is so peaceful, calm, and happy. The children at Living Wisdom School are very much like her ? the same sensitivity, the same values at home. I feel great, too, just being around the school. There is good energy there. The Living Wisdom School feels like family in a way I haven?t seen at other schools.?LWS Parent, Palo Alto

Lack of conflicts is not what builds character; rather, it?s how we learn to deal with life?s unavoidable conflicts that defines how we will lead our lives. Small class size means that conflicts must be resolved. The classroom is thus an excellent laboratory for mastering conflict-resolution skills.

As Maturity is the ability to relate appropriately to other realities, and not only to one?s own, at Living Wisdom School we encourage the children to become more aware of the needs of others. As the children experiment with kindness and unselfish behavior, we are careful to bring their attention to how much better it feels to act from an open heart.

?Both of my children, now in their late twenties, went through a Living Wisdom School Program. I notice that, as young adults in professional settings, they have an acute sense of how to work with others. Each in her own way, brings to her work a sense of how to get along with people, how to create community, and how to cope with challenges.?Parent of Living Wisdom School Palo Alto graduates

Creativity

Creativity is often understood as an instrument exclusive of the arts. Yet, creativity is an important asset to every aspect of life. A great example is on the field of relationships. Dynamic creativity can be used to communicate with others in an ever increasing effective way. Even the very effort of communicating something creatively clarifies our own understanding of the topic being conveyed. This because, indeed, in order to be able to communicate something clearly, one before must have clarity about it himself.

?Normally, the test of greatness in the arts is the ability to state deep feelings and perceptions simply, clearly, and well.?J.Donald Walters

To develop creativity it is important to understand the very essence of it. True creativity comes from intuition, which demands a neat balance of clear reasoning and calm feeling. Intuition means to increase one?s awareness of truths that lie already deep within his very self, beyond mental and emotional bias. This is why many great artist such as G. F. Handel, speak of creativity as an act of listening and receiving. The mind and the heart then work as filters to ?translate? this subtle inspiration into an objective creation. Hence the need for a clear mind and a calm feeling. For indeed one could not even succeed at listening to this inspiration if the static of restlessness and confusion are altogether muffing the silent whisper of intuition.

Yoga and meditation are used as tools to develop clarity of reasoning and calmness of feeling and art itself is used as a tool to develop creativity.

?We need intuition, and not merely keen intelligence. Without intuition there is no way for us to transcend the limitations of human nature and know things as they are.

It is in this sense, indeed, that we need the arts ? not as a kind of vent for pent-up emotions, but because the arts, more than most other activities, can help us to develop intuition and to direct it wisely.?J.Donald Walters

Arts, moreover, play a fundamental part in Education for Life, as they serve as an instrument to develop not only creativity but also sensitivity, intelligence, empathy, sincerity, self-awareness and many other important values that will serve the child during his entire life.

Singing, for example, can help to understand the importance of the human voice as a medium of self-expression. With dancing the attitudes of the mind can be brought to the surface by relating them to body movements. Painting can be a mean of drawing out feelings which, once objectified, might be emphasized if the feelings are constructive, or positive redirected if they are destructive. Acting can be used as a tool to learn how to get in touch with one’s feelings and to express them in a clear and healthy way.

?When I first heard about the kind of plays they do, I thought it was way too much for the kids. I don?t just mean how elaborate it is; I?m talking about the plot: ?The Story of St. Francis,? ?The Life of Buddha,? ?Krishna the Beloved.? I mean, we?re talking elementary school! But as usual, the teachers know what they are doing. The kids are thrilled to be involved in something profound, rather than the kind of plays children often have to do. By acting it out, they really get the point of what makes a great person great: courage, dedication, selflessness, love. And they remember it. For years afterwards, I hear them talking about things they learned from the plays and using what they?ve learned as a standard for their own lives.? LWS Parent, Palo Alto

Last but not least, children are also instructed in how to develop more mundane but perennially useful, skills such as carpentry, computer technology, public speaking, salesmanship, and much more.

Nature

“Between every two pine trees there is a door leading to a new way of life.”John Muir
?The natural world instills in children a sense of awe and security at the same time. It is so vast, and yet intricately small. It is filled with liveliness, but also deep calm. It has natural rhythms of constant change-day and night, the cycle of the seasons, birth, life, and death???and still there is such steadfastness to the patterns that those changes follow. All of these qualities are a part of the magnetic power of nature to draw children into a greater awareness. Time and time again I have seen quite restless children become completely transformed simply by sitting silently, gazing out across a mountain vista.

…Caring for animals, especially baby animals, opens the heart to the joys of service for almost all children, especially in the feeling years. If you have ever seen a child in the presence of a baby animal, you will know what I mean. They want to do everything for it: feed it, carry it, comfort it, and protect it. You can almost see the child?s heart expanding.?Narani Moorhouse, Nevada City LWS teacher

Nature is a space for children to explore, enjoy vigorous exercises, using the will to face challenges, have experiences of quiet observation, introspection and peace, focus attention, engage concentration, be inspired and expand their breath, arising their gaze and their hearts
Nature whispers children the idea that they are not alone in the world, and that realities and dimensions exist alongside their own.

I remember a recess when the entire class spontaneously lay down on the pavement in the parking lot to watch cloud formations and insisted that I join them.
Another great experience was the time we drove to a nearby creek to picnic, but it started to rain. I was all for going back to the classroom, but no; the children reminded me that the kids in the book wouldn?t let a little rain or snow stop them.
We went down by the stream and spread out to find dry spots. Crouching under banks and trees, we ate our lunches silently, watching the rain fall on the water. We were all so content to just be there in communion with the nature around us; it was one of those unforgettable life events that cannot be planned. The only word I can think of to describe how it felt is sacred.
Nothing surpasses the power of nature to relax and engage children in a way that calms them and opens their hearts.
Susan Usha Dermond, Calm and compassionate children

Education for Life take deep inspiration and precious activities from a worldwide movement dedicated to helping children and adults deepen their relationship with nature called Sharing Nature.

Sharing Nature founded by Joseph Cornell, uses creative, life-changing nature activities and Flow Learning, a revolutionary teaching system that fosters empathy and awarness and makes learning alive.
The mission is broaden people?s sympathies and inspire a sense of stewardship through immersive and life-changing nature experiences; teaching principles of ecology and natural sciences by experiential games and stories and foster intuitive, heart awakening experiences of nature, helping people to discover their own higher nature.

When Joseph Cornell?s first book, Sharing Nature with Children, was published in 1979, it was greeted with universal acclaim. Renowned conservationist Sir Peter Scott said, ?I found Sharing Nature with Children a most original and imaginative concept in a field which is vital for the welfare of the planet.? J. Baldwin, editor of Whole Earth Review, wrote, ?This is absolutely the best awareness-of-nature book I?ve ever seen. Sharing Nature with Children has become justly famous because it works.?

?Playing Sharing Nature games is one my favorite things to do! It’s not only so much fun, but it gives me the opportunity to form a deeper and more meaningful connection with whomever I am playing with, with Nature and with my own Self.? Aaron Resendiz, Assisi LWS Teacher