Spiritualità

Capita a molti di noi, a un certo punto della nostra vita, di accorgerci di aver perso il contatto con la nostra esistenza interiore. Potremmo non essere sicuri di quello che stiamo veramente cercando, ma sappiamo che c’è un aspetto, dentro di noi, che riflette ciò che veramente siamo, molto di più di quanto possano mai fare gli oggetti che possediamo, il nostro aspetto e tutte le altre cose con cui solitamente ci identifichiamo. Istintivamente sappiamo che c’è qualche modo in cui siamo collegati al resto di questa vasta creazione, con l’essenza della vita stessa e con un potere che sostiene tutto. Abbiamo tutti una vita interiore. Alcuni la descrivono come spiritualità, mentre altri pensano ad essa come a un “silenzioso luogo interiore” dove possiamo raccoglierci e ricevere forza per affrontare la prossima sfida. Altri pensano alla vita interiore con riverenza per il mistero della creazione o per un potere superiore che guida in modo intelligente le nostre vite. Ma qualunque nome gli diamo, la dimensione spirituale della vita, che è così naturale e ovvia per la maggior parte dei bambini, è pienamente riconosciuta in un’aula di una scuola Educare alla Vita.

Per EaV la spiritualità non è definita come un particolare dogma o credo. Quindi, non si tratta di “istruzione religiosa” nel senso tradizionale. Piuttosto, l’attenzione è focalizzata sull’esperienza diretta e personale del bambino di valori universali come gentilezza, compassione, empatia, lealtà, onestà e coraggio.

La chiave è la realizzazione del Sé, cioè la realizzazione individuale che la felicità cresce man mano che espandiamo la nostra consapevolezza per abbracciare realtà sempre più ampie.


“La meditazione quotidiana a scuola ci ha dato l’opportunità di rallentare le nostre menti e poter analizzare i nostri modelli di pensiero, aiutandoci a conoscerci meglio. Apprendere le differenze tra i modelli di pensiero positivi e negativi è stato estremamente prezioso.”
Alunno EaV

Quando sembra più appropriato, gli insegnanti colgono l’occasione di sottolineare come certi atteggiamenti e azioni aumentano il senso interiore di benessere del bambino, mentre altre scelte lo diminuiscono.

Molti genitori ci hanno detto spesso quanto avrebbero desiderato essere stati incoraggiati ad apprendere queste lezioni quando erano piccoli.

“Quando i nostri bambini sono troppo eccitati o irrequieti, insegniamo loro a respirare correttamente e ricordiamo loro il collegamento tra il controllo del respiro e la calma della mente e delle emozioni. Facciamo praticare ai bambini la respirazione che li calma prima di un compito importante o di una partita di baseball, e scoprono da soli che funziona.”
Helen Purcell, direttrice della scuola EaV di Palo Alto, California

“I bambini imparano a connettersi interiormente con la loro parte più profonda e a trovare risposte dentro di sé, invece di guardare al mondo esterno perché dica loro cosa fare, o per farli stare bene. Gli insegnanti osservano i bambini e li aiutano a capire cosa sta accadendo dentro di loro, invece di ignorarlo.”

“I bambini sviluppano una fonte interiore di forza a cui possono attingere sempre. Giungono a scoprire chi sono veramente.”

Genitori EaV, Palo Alto, California

Aiutiamo i bambini a coltivare una vita interiore, rispettando e sostenendo il loro risveglio intuitivo verso una realtà più grande. Ogni mattina dedichiamo un po’ di tempo per il canto, per la meditazione silenziosa, le affermazioni, la preghiera, le posizioni yoga e ad altre attività che aiutano i bambini a sperimentare da soli ciò che si prova ad essere in armonia con un livello più alto di coscienza. In classe gli studenti creano un altare universale sul quale vi sono simboli di tutte le religioni del mondo, oltre a oggetti trovati in natura e decorazioni che i bambini trovano individualmente sacri e significativi.

“Mia figlia, tutta da sola, ha allestito un altare nella sua stanza. Lo ha fatto lei stessa e lo cambia in base al suo umore. In questo momento ha pezzi di vetro colorato, un piccolo orsetto, una piuma, niente che si identifichi come  religioso, solo le sue icone speciali. Ma lei sembra comprendere quell’altare come un modo per focalizzare la sua energia e apprezzare e amare il mondo che la circonda.”
Genitore scuola EaV, Palo Alto, California

“Le autorità educative ritengono impossibile insegnare i principi spirituali nelle scuole pubbliche perché le confondono con la varietà di forme conflittuali di fede religiosa. Ma se si concentrassero sui principi universali di pace, amore, servizio, tolleranza e fede che governano la vita spirituale e escogitassero metodi per far crescere in modo pratico questi semi nel terreno fertile della mente del bambino, allora la difficoltà immaginaria si dissolverebbe. Ignorare questo problema solo perché è apparentemente difficile é il più grande errore.”
Paramhansa Yogananda

“La premessa della filosofia di Educare alla Vita è che l’unico vero scopo della vita è imparare chi siamo veramente e quello che siamo veramente oltre il corpo, la mente e la personalità: è l’anima, e la natura dell’anima è la gioia.”

Helen Purcell, direttrice della scuola EaV di Palo Alto, California

I valori

“La premessa della filosofia di Educare alla Vita è che l’unico vero scopo della vita è imparare chi siamo veramente e quello che siamo veramente oltre il corpo, la mente e la personalità: è l’anima, e la natura dell’anima è la gioia.”

Helen Purcell, direttrice della scuola EaV di Palo Alto, California

“La più alta educazione non è quella che ci fornisce semplicemente informazioni, ma quella che pone la nostra vita in armonia con l’intera esistenza.”
Rabindranath Tagore

“A scuola mia figlia sta imparando ad affrontare la vita con gioia, amore, gentilezza e un atteggiamento positivo. Vediamo chiaramente i cambiamenti in lei. L’amore e la gioia che porta a casa sembra avere un effetto elevante su noi genitori. Se dovessimo mai trasferirci da quest’area, andremo solo in un luogo dove ci sia un’altra scuola Educare alla Vita!”
Genitore EaV, Palo Alto, California

I valori universali sono i gioielli dell’esistenza umana. Migliorano la qualità della vita, sia dei bambini che degli adulti,  e ci permettono di affrontare le innumerevoli sfide della vita con coraggio e gioia. Con gli ex studenti che ora hanno 40 e 50 anni, possiamo constatare come incorporare questi valori nel nucleo centrale dell’educazione prepari gli studenti ad un’esperienza, lunga tutta la vita, di significato, gioia e benessere. I bambini scoprono che le azioni, i sentimenti, i pensieri espansivi accrescono il proprio senso di benessere, mentre i comportamenti che esprimono chiusura o opposizione portano via quella felicità. “Giusto e sbagliato” si evincono così da esperienze vissute in prima persona, in cui si osservano le conseguenze dei propri comportamenti, piuttosto che attraverso un insieme di regole fisse ed astratte che vengono proposte. Vivere in armonia porta davvero la gioia; vivere a spese della felicità altrui porta scontentezza, anche se c’è un qualche fugace piacere nel far andare le cose nel verso che vogliamo. Dare ai bambini l’opportunità di servire gli altri e aiutarli a divenire consapevoli dei benefici e della gioia di tali azioni, li guida verso quella realizzazione.

“Molto spesso i ragazzi sono venuti da me illuminati dalla gioia e dall’eccitazione per qualche atto di gentilezza. In queste situazioni li aiuto a vedere come siano state le loro azioni a produrre quelle meravigliose sensazioni. Così, dalle loro esperienze pratiche, i bambini iniziano ad apprezzare il fatto che esiste una gioia interiore che viene attivata da azioni esteriori di gentilezza. I loro atti di servizio possono allora venire liberati dalla necessità di un riconoscimento esterno, perché le loro sensazioni più intime sono una motivazione sufficiente. Da qui a provare felicità nella gioia degli altri il passo è breve, e questo avvicina alla comprensione di un unico spirito che tutti condividiamo.”
Narani Moorhouse, insegnante EaV a Nevada City, California, dal suo libro "Supporting Your Child’s Inner Life"

Successo accademico

Un amore per l’apprendimento che dura tutta la vita

Il successo accademico si raggiunge accompagnando il bambino in un processo di apprendimento che lo coinvolga nella sua interezza: la sua energia, l’entusiasmo, l’impegno e l’intensità. Le dimensioni contenute delle classi consente di prestare attenzione individuale a ogni bambino, ogni giorno. Un curriculum accademico arricchito ed equilibrato sfida gli studenti a tutti i livelli di sviluppo. I bambini sviluppano la fiducia in se stessi attraverso la gentilezza e una guida incoraggiante. Un eccellente programma accademico, combinato con l’attenzione ai bisogni emotivi individuali del bambino, favorisce un apprendimento eccezionale e gioioso. Gli studenti imparano come imparare, come fare domande, come ascoltare e valutare le risposte. E poi anche a mettersi in gioco e ad esprimere ciò che pensano e sentono, in un’atmosfera di rispetto: un modello di educazione che non conosce lo stress.
Coltivano l’amore per l’apprendimento che dura tutta la vita e si sentono liberi di esprimere il proprio pensiero critico circondati da un’atmosfera di totale rispetto.

“L’unica fonte di conoscenza è l’esperienza.”
Albert Einstein

“Un mio studente di terza elementare ha ricevuto una tabella 3 x 3 i cui numeri dovevano essere addizionati per dare la stessa somma in tutte le direzioni. Ha lottato per tre giorni, poi nel bel mezzo della lezione improvvisamente ha risolto l’enigma. Ha esclamato: “Sì! Sì!” e ha baciato il suo foglio. Allora gli ho dato un quadrato magico 4 x 4 su cui ha lottato per quattro giorni. Alla fine l’ha risolto. Poche mattine dopo, era malato e si discuteva se andare o no a scuola. “Aspetta,” ha detto, ” abbiamo matematica oggi? Devo andare. Il mio insegnante ha bisogno di me.”
Insegnante di terza elementare, EaV Nevada City

“I bambini della scuola Educare alla Vita sviluppano alla base un senso di fiducia in sé stessi, indipendentemente da quale livello di abilità si trovano. Entusiasmo e fiducia in sé stessi, questo è ciò di cui hai bisogno per tutta la tua vita. Purtroppo spesso, quando i bambini vanno a scuola, perdono queste qualità. La scuola EaV li rende più forti.”
Genitore EaV, Palo Alto, California

I bambini trovano una vera connessione tra le loro vite, gli studi e l’apprendimento. Con il corpo e i sensi vivono esperienze concrete; attraverso il cuore e i sentimenti creano connessioni positive; attraverso la loro volontà esprimono creativamente ciò che hanno appreso, integrando l’apprendimento nelle loro vite.

“Quando impari in modo esperienziale, l’apprendimento avviene. Diventa parte di ciò che sei –  molto diverso dal solo memorizzare fatti ed essere esaminato su di essi. Quando mia figlia stava imparando a scrivere poesie, la sua insegnante rispettava le sue capacità, a tal punto che era come se mia figlia imparasse l’essenza di ciò che significa essere un poeta.”
Genitore EaV, Palo Alto, California

Emozioni

”Solo attraverso un calmo sentimento interiore una persona può conoscere decisamente la giusta direzione da prendere in ogni azione.”
J.Donald Walters, Educare alla vita, Ananda Ed.

I bambini possono imparare a riconoscere la differenza tra emozione e sentimento. Un sentimento calmo e sensibile è uno strumento inestimabile per la comprensione completa della maggior parte dei soggetti, mentre le emozioni turbolente impediscono una comprensione chiara e oggettiva. 
Il sentimento, quando è calmo e puro, è essenziale sia per la vera oggettività che per l’intuito maturo. Ci sono modi per chiarire i sentimenti, così come ci sono principi di logica per imparare a ragionare correttamente. Coloro che dirigono le loro vite da questo livello più profondo di sentimento raggiungono livelli di successo che non sono mai raggiunti da persone che limitano la loro ricerca di risposte all’esercizio della ragione.
La ragione, infatti, se non é supportata dal sentimento, può indicare centinaia di direzioni plausibili senza offrire certezza sulla correttezza di nessuna di esse. Di solito, più grande è lo scienziato, più profondamente egli “sente” la sua materia; come disse Einstein: “L’essenza della vera scoperta scientifica è un senso di stupore mistico”.
I bambini hanno bisogno di imparare come reagire in modo appropriato. Non potranno mai farlo se la reazione scaturisce dalle loro emozioni soggettive. È necessario un considerevole allenamento per imparare a imbrigliare il sentimento e renderlo un utile alleato. Fin dai primi anni di scuola, cerchiamo di aiutare i bambini a imparare ad essere responsabili della loro felicità.
Molte pratiche in classe appropriate all’età sono specificamente progettate per aiutare i bambini a diventare consapevoli delle scelte che fanno e delle conseguenze di tali scelte. Così apprendono dalle loro esperienze, piuttosto che attraverso il dogma o la punizione. Incoraggiamo i bambini a riconoscere che possono imparare a scegliere le loro risposte al mondo che li circonda.

“Quando torna a casa da scuola, mia figlia è così pacifica, calma e felice. I bambini della scuola EaV sono molto simili a lei – la stessa sensibilità, gli stessi valori a casa. Mi sento benissimo anch’io, solo a passare per la scuola. C’è una buona energia. La scuola EaV si sente come una famiglia in un modo che non ho visto in altre scuole.”
Genitore EaV, Palo Alto, California

“I miei figli sono completamente a loro agio a scuola, non hanno affatto paura. Infatti, da quando frequentano la scuola EaV, hanno sviluppato una tale fiducia in sé stessi che non temono nessuna nuova situazione.”
Genitore EaV, Palo Alto, California

La mancanza di conflitti non è ciò che costruisce il carattere; piuttosto, è come impariamo a gestire i conflitti inevitabili della vita che definisce come condurremo le nostre vite. La dimensione ridotta del gruppo classe suggerisce che i conflitti devono essere risolti. L’aula è quindi un eccellente laboratorio per padroneggiare le capacità di risoluzione dei conflitti. Poiché la Maturità è la capacità di relazionarsi in modo appropriato ad altre realtà, e non solo alla propria, nelle scuole EaV incoraggiamo i bambini a diventare più consapevoli dei bisogni degli altri. Mentre i bambini sperimentano la gentilezza e il comportamento altruistico, stiamo attenti a portare la loro attenzione su quanto ci si senta meglio ad agire con un cuore aperto.

“Entrambi i miei figli, ora quasi trentenni, hanno seguito il programma della scuola EaV. Ho notato che, come giovani adulti, hanno acquisito un forte senso di come lavorare con gli altri nei loro ambienti professionali. Ognuno a modo suo porta nel lavoro un senso di come andare d’accordo con le persone, come creare comunità e come affrontare le sfide.”
Genitore EaV, Palo Alto, California

Creatività

La creatività è spesso intesa come uno strumento esclusivo delle arti. Tuttavia, la creatività è una risorsa importante in ogni aspetto della vita. Un grande esempio è nel campo delle relazioni. La creatività dinamica può essere utilizzata per comunicare con gli altri in un modo sempre più efficace. Anche lo sforzo stesso di comunicare qualcosa creativamente chiarisce la nostra comprensione dell’argomento che viene trasmesso. Questo perché, in effetti, per essere in grado di comunicare qualcosa in modo chiaro, bisogna prima averne chiarezza in sé stessi.

“Normalmente, la prova della grandezza nelle arti è la capacità di esprimere bene sentimenti e percezioni profonde in modo semplice e chiaro.”
J.Donald Walters

Per sviluppare la creatività è importante capirne l’essenza. La vera creatività viene dall’intuizione, che richiede un equilibrio armonioso tra ragionamento chiaro e sentimento calmo. Intuizione significa accrescere la propria consapevolezza delle verità che giacciono già profondamente dentro di sé, al di là dei pregiudizi mentali ed emotivi. Questo è il motivo per cui molti grandi artisti come G.F. Handel, parlano di creatività come atto di ascolto e ricezione. La mente e il cuore funzionano quindi come filtri per “tradurre” questa sottile ispirazione in una creazione oggettiva. Da qui la necessità di avere una mente chiara e un sentimento calmo. Infatti, non si può nemmeno riuscire ad ascoltare questa ispirazione se le scariche dell’inquietudine e della confusione infastidiscono contemporaneamente il silenzioso sussurro dell’intuizione. Lo yoga e la meditazione sono usati come strumenti per sviluppare la chiarezza del ragionamento e la calma dei sentimenti e l’arte stessa è usata come strumento per sviluppare la creatività.

“Abbiamo bisogno dell’intuizione e non solo dell’intelligenza. Senza intuizione non c’è modo per noi di trascendere i limiti della natura umana e conoscere le cose come sono. É in questo senso, infatti, che abbiamo bisogno delle arti – non come una sorta di sfogo per le emozioni represse, ma perché le arti, più che nella maggior parte delle altre attività, possono aiutarci a sviluppare l’intuizione e a indirizzarla con saggezza.”
J.Donald Walters

Le arti, inoltre, svolgono un ruolo fondamentale in Educare alla Vita, poiché servono come strumento per sviluppare non solo la creatività, ma anche la sensibilità, l’intelligenza, l’empatia, la sincerità, l’autoconsapevolezza e molti altri valori importanti che serviranno al bambino durante la sua intera vita.
Il canto, ad esempio, può aiutare a comprendere l’importanza della voce umana come mezzo di espressione di sé.
Con la danza, gli atteggiamenti della mente possono essere riportati in superficie collegandoli ai movimenti del corpo.
La pittura può essere un mezzo per manifestare all’esterno sentimenti che, una volta oggettivati, potrebbero essere enfatizzati se costruttivi, o positivi e reindirizzati se si dimostrano distruttivi.
La recitazione può essere utilizzata come strumento per imparare ad entrare in contatto con i propri sentimenti ed esprimerli in modo chiaro e sano.

“Quando ho sentito parlare per la prima volta del genere di rappresentazioni teatrali programmate, pensavo che fosse troppo per i bambini. Non intendo solo quanto sia elaborato; parlo della trama: “La storia di San Francesco”, “La vita di Buddha”, “Krishna l’Amato.” Voglio dire, stiamo parlando di scuola elementare! Ma come al solito, gli insegnanti sanno cosa fanno. I bambini sono entusiasti di essere coinvolti in qualcosa di profondo, piuttosto che nel tipo di rappresentazioni che i bambini spesso devono fare. Recitando, comprendono veramente il senso di ciò che rende grande una grande persona: il coraggio, la dedizione, l’altruismo, l’amore. E lo ricordano. Per anni, in seguito, li sento parlare di cose che hanno imparato dalle commedie e usare quello che hanno imparato come qualcosa di ormai acquisito nelle loro vite.”
Genitore EaV, Palo Alto, California

Per ultimo, ma non meno importante, i bambini apprendono anche come sviluppare competenze più “mondane” ma sempre utili, come falegnameria, informatica, parlare in pubblico, artigianato, e molto altro.

Natura

“Tra ogni due pini c’è una porta che conduce a un nuovo modo di vivere.”John Muir “Il mondo naturale infonde nei bambini un senso di meraviglia e sicurezza allo stesso tempo. È così vasto, eppure intricatamente piccolo. È pieno di vivacità, ma anche di profonda calma. Ha ritmi naturali di costante cambiamento – giorno e notte, il ciclo delle stagioni, la nascita, vita e morte – e tuttavia c’è una tale stabilità negli schemi seguiti da questi cambiamenti. Tutte queste qualità fanno parte del potere magnetico della natura che attira i bambini verso una maggiore consapevolezza. Di volta in volta ho visto bambini abbastanza irrequieti trasformarsi completamente, semplicemente sedendo in silenzio, rivolgendo lo sguardo al panorama delle montagne. …Prendersi cura degli animali, specie se piccoli, apre il cuore alla gioia del servizio per quasi tutti i bambini, specialmente per quelli fra i sei e i dodici anni. Se hai mai visto dei bambini in presenza di un cucciolo, sai quel che intendo dire. Vogliono fare ogni cosa per lui: dargli da mangiare, portarlo in braccio, coccolarlo e proteggerlo. Si può quasi vedere il cuore del bambino che si espande.”
Narani Moorhouse, insegnante EaV, Nevada City

”La natura è uno spazio in cui i bambini possono esplorare, praticare esercizi vigorosi, usare la volontà per affrontare sfide, fare esperienze di osservazione silenziosa, introspezione e pace, focalizzare l’attenzione, attivare la concentrazione, essere ispirati ed espandere il respiro, alzare lo sguardo e aprire il cuore.
La natura sussurra ai bambini l’idea che non sono soli nel mondo e che altre realtà e dimensioni esistono accanto alla loro.
Ricordo una ricreazione quando l’intera classe si sdraiò spontaneamente  a terra, nello spazio del parcheggio, per osservare le formazioni nuvolose, insistendo perché mi unissi a loro. Un’altra grande esperienza è stata la volta in cui siamo andati in un vicino torrente per fare un picnic, ma ha iniziato a piovere.
Ero convinta di tornare in classe, invece no: i bambini mi ricordarono che i bambini del libro non avrebbero lasciato che un po’ di pioggia o di neve li fermasse. Siamo scesi verso il ruscello e ci siamo sparsi per trovare punti asciutti.
Accovacciati sotto le panche e gli alberi, abbiamo mangiato i nostri pasti in silenzio, osservando la pioggia cadere sull’acqua. Eravamo tutti così contenti  solo per essere lì in comunione con la natura che ci circondava; era uno di quegli indimenticabili eventi della vita che non possono essere programmati.
L’unica parola che posso pensare per descrivere il momento è: sacro.

Nulla supera il potere della natura di rilassare e coinvolgere i bambini in un modo che li calma e apre i loro cuori.”

Susan Usha Dermond, insegnante e autrice "Calm and compassionate children"

Educare alla Vita si ispira profondamente ad un movimento mondiale nato come strumento di educazione alla natura dal nome Sharing Nature. Sharing Nature Worldwide (www.sharingnature.com), fondata da Joseph Bharat Cornell, propone attività nella natura creative e  trasformanti per sperimentare un rapporto più profondo e significativo con la natura e per una maggiore consapevolezza ambientale; promuove esperienze intuitive e di risveglio del cuore, predisponendo alla scoperta della propria natura più alta.
Le attività sono proposte con modalità “Flow Learning”.