Principi di Educare alla Vita

Strumenti della Maturità

“Un astronomo che scruta i cieli ha bisogno per il suo telescopio di uno specchio che sia pulito e ben calibrato. Un carpentiere che costruisce una casa ha bisogno di strumenti che siano ben fatti e ben tenuti. Un gioielliere trattando pietre preziose ha bisogno di una scala abbastanza sensibile per pesare piccole frazioni di un carato. In ogni reparto della vita sono necessari gli strumenti giusti, in questa epoca tecnologicamente sofisticata in particolare, occorre dedicare una grande cura al loro sviluppo e alla loro manutenzione.

È sorprendente, quindi, quanta poca attenzione si presti allo “strumento” fondamentale, quello a cui ogni essere umano si affida: il proprio sé, il proprio corpo e il proprio cervello”
J.Donald Walters, Education for Life

Educare alla Vita offre ai bambini un’educazione che integra corpo, mente, sentimenti e spirito.

L’obiettivo fondamentale di EaV è coltivare in ogni studente l’esperienza della maturità, che è definita come “la capacità di relazionarsi in modo appropriato a realtà diverse rispetto alla propria”.

Gli strumenti principali per sviluppare questa capacità sono il Corpo, i Sentimenti, la Volontà e l’Intelletto, che vengono chiamati gli Strumenti della Maturità.

Ognuno di essi ha un particolare periodo dell’infanzia in cui si sviluppa al meglio.

Gli Stadi della Maturità

  • Gli Anni delle Fondamenta

    La fase dalla nascita ai 6 anni comprende gli anni delle Fondamenta o anni della scuola dell’infanzia. Durante questo periodo il bambino è principalmente impegnato nell’imparare a relazionarsi con le realtà fisiche, specialmente nell’esplorare come funziona il corpo. Una scuola materna EAV promuoverà la vitalità fisica attraverso una dieta sana e una generosa quantità di esercizi, luce solare e aria fresca. Frequenti uscite nella nature saranno intervallate da attività specificamente progettate per promuovere l’agilità fisica e il coordinamento. Gli anni della Fondazione sono anche un momento per coltivare i sensi fisici attraverso la creazione di un bellissimo ambiente scolastico e coinvolgendo i bambini nella pittura, nell’artigianato, nella musica, nella danza e in altre attività che raffinano le capacità dei bambini di ascoltare, vedere, sentire, ecc. Storie raccontate e giochi di ruolo sono popolari in questa età per condividere le prime intuizioni sul comportamento umano. Gli anni prescolari forniscono anche un momento opportuno per coltivare abitudini elevanti di pulizia, cooperazione e sincerità.

  • Gli Anni del Sentimento

    Il ciclo successivo di crescita copre il periodo dai 6 ai 12 anni, gli anni del Sentimento. Durante questa fase, l’enfasi si sposta dal corpo al lavoro con e attraverso i sentimenti del bambino. I bambini vengono aiutati a notare i diversi tipi di sentimenti e i loro vari effetti sulle persone. Particolare considerazione viene data a coltivare le influenze edificanti di qualità come gentilezza, allegria ed equilibrio. Al contrario, i bambini possono imparare a re-indirizzare le energie disturbanti che producono rabbia, avidità e gelosia. Di cruciale importanza durante questi anni è coltivare uno stato d’animo calmo e centrato che conduce alla chiara intuizione. Le tecniche per lavorare con queste energie includono esercizi di respirazione, affermazioni, yoga e meditazione. Gli studenti imparano anche a discriminare tra gli effetti positivi e negativi di diversi tipi di attività e ambienti. Durante questo periodo, gli insegnanti possono utilizzare i sentimenti come un potente stimolo per altri tipi di apprendimento, enfatizzando lo stupore per la natura e l’esplorazione scientifica, il senso dell’ordine e della simmetria in matematica e, in particolare, l’incoraggiamento che si può ricevere dallo studio di personaggi ispiranti della storia e della cultura.

  • Gli anni della Volontà

    Compresi propriamente, gli anni della Volontà, dai 12 a 18 anni, presentano alcune delle più grandi opportunità per lo sviluppo del bambino. Gli adulti possono aiutare gli studenti a evitare la negatività e la ribellione che coinvolgono sè stessi e possono affliggere gli anni delle scuole medie e superiori incoraggiando l’uso positivo della volontà. Per questi giovani devono essere fissati obiettivi realistici, ma che rappresentino una sfida; obiettivi che sono in accordo con le loro sensibilità più alte così come i loro talenti e interessi individuali. Attraverso la fiducia nel loro potenziale positivo e l’adesione coerente alle misure disciplinari appropriate, gli adulti possono sostenere gli sforzi degli studenti per imparare gradualmente lezioni come perseveranza, sacrificio di sé, responsabilità e autocontrollo. Le applicazioni di questo approccio all’interno della classe metteranno in risalto uno stile di apprendimento “pratico” in cui gli studenti possono applicare le loro energie a situazioni simili a quelle della vita reale. Progetti scientifici, dibattiti, progetti di servizio e sfide di resistenza fisica sono particolarmente appropriati per questa fascia di età. Un obiettivo primario dell’insegnante EAV è aiutare ogni studente a identificare e realizzare aree individuali di sperimentazione, fornendo così una base per il sano sviluppo della volontà, così come un duraturo senso di autostima. In una scuola EAV agli studenti di questa età viene chiesto di condividere la responsabilità per il finanziamento di gite e altre attività speciali, anche al punto di guadagnare parte della loro retta.

  • Gli Anni dell’Intelletto

    Il ciclo finale di EAV  copre gli anni dell’Intelletto o anni del college, dai 18 ai 24. Durante questo periodo l’intelletto viene allenato a lavorare in congiunzione con i tre complementari strumenti del corpo, del sentimento e della volontà. Le intuizioni intellettuali sono coordinate con l’energia e l’entusiasmo prodotti dalla vitalità fisica, la sensazione intuitiva della correttezza di un’idea che deriva da un sentimento chiaro e calmo e l’applicazione dinamica della volontà che rende possibile manifestare idee sul piano fisico. In questo modo l’intelletto diventa uno strumento efficace per condurre una vita produttiva e appagante.

“Dapprima, dobbiamo riconoscere che dal momento in cui viviamo in corpi fisici, possiamo vedere i nostri corpi come strumenti per aiutarci a crescere. Se non ci prendiamo cura adeguatamente dei nostri corpi, potremmo scoprirli diventare nostri nemici invece di nostri amici.

Secondo, scopriamo che rispondiamo al mondo con le nostre emozioni. Se le nostre emozioni sono sempre agitate a causa di simpatie e antipatie intense, risponderemo emotivamente a ciò che gli altri dicono e non li ascolteremo veramente. Potremmo sentire la nostra propria idea di ciò che stanno dicendo, ma se abbiamo un pregiudizio emotivo, non li ascolteremo obiettivamente.

Terzo, se non sappiamo come usare la nostra forza di volontà per superare i difetti in noi stessi, o per fissare obiettivi e realizzarli, allora non conosceremo mai la realizzazione nella vita.

Infine, se non sviluppiamo il nostro intelletto, allora non possiamo capire chiaramente le cose, e le esperienze della nostra vita attraverseranno le nostre menti in modo offuscato, opaco.”
J. Donald Walters

Il sistema Educare alla Vita cerca di indicare la strada verso la maturità. Non presume di dare maturità, ma crea un’attitudine mentale che durerà per tutta la vita. Offre una direzione di crescita che le persone possono abbracciare fino in età avanzata e continuare a crescere in modo da trovare cose per cui meravigliarsi nel mondo che li circonda.

Alcune delle più alte espressioni di Corpo, Sentimento, Volontà e Intelletto seguono quì.

Corpo

Energia fisica e controllo: sviluppo e cura del corpo a lungo termine; relazionarsi alla vita attraverso il movimento, l’azione e l’espressione attraverso il corpo.

Sentimento

Calma ed espansività emozionali: la capacità di raccogliere e canalizzare le emozioni turbolente e di essere in contatto con il proprio sentimento calmo e sensibile come strumento inestimabile di comprensione; relazionarsi alla vita sentendo armonia, godendo l’amicizia e attraverso le arti e la musica.

Volontà

Forza di volontà dinamica e persistente: la capacità di concentrare le proprie energie verso il superamento degli ostacoli e il raggiungimento del successo; relazionarsi alla vita cambiando il risultato degli eventi, padroneggiando le sfide e realizzando i traguardi.

Intelletto

Intelletto chiaro, pratico: chiarezza dei pensieri; relazionarsi alla vita attraverso il pensiero, l’apprendimento e la comprensione.

Bambino al centro

Solo comprendendo e rispettando la natura del bambino così come essa è si può aiutarlo a raggiungere l’equilibrio della vera maturità.”J. Donald Walters, Education for Life

Una vera Educazione alla Vita è  strutturata unicamente intorno a un approccio equilibrato alla crescita e allo sviluppo di ogni studente. Offre esperienze di apprendimento personalizzate progettate per aiutare gli studenti a raggiungere l’eccellenza accademica, costruire connessioni significative con gli altri e prepararsi per le sfide della vita attraverso la creatività, il servizio agli altri, l’avventura dinamica e la scoperta di sé.

“I bambini ricevono così tanto amore, si sentono al sicuro e possono essere sè stessi. Allora tutto può succedere: imparare, crescere, sono semplicemente spalancati. Hanno così tanta sicurezza in sè stessi, tanta fiducia nelle loro capacità, possono imparare qualsiasi cosa!”
LWS Parent, Palo Alto

Educare alla VIta è centrato sul bambino, nel senso che ogni aspetto della scuola dovrebbe essere focalizzato sul sostegno allo sviluppo completo ed equilibrato di ogni studente.

Da più di 40 anni Educare alla Vita ha aiutato i bambini a brillare accademicamente e personalmente. Un successo basato su un principio comprovato: i bambini che sono felici e hanno fiducia in sè stessi si avvicinano all’apprendimento con entusiasmo.

I bambini che si sentono rispettati, inclusi e al sicuro possono godersi le sfide di un rigoroso curriculum accademico in uno spirito espansivo di gioiosa avventura .

La maggior parte dell’educazione è centrata sul curriculum, focalizzata su informazioni o abilità specifiche che gli insegnanti sono formati a trasmettere agli studenti. Come insegnare a leggere? Come insegnare la matematica? Domande come queste dominano la maggior parte dei programmi di formazione. Sebbene sia utile avere un background in queste aree, il problema cruciale di questo approccio è che pone immediatamente l’accento su ciò che viene insegnato, anziché su Chi sta imparando, con conseguenze potenzialmente devastanti per lo studente.

EAV, al contrario, è centrato sullo studente, con l’obiettivo di identificare e coltivare il più alto potenziale di ogni studente. Quando i punti di forza individuali vengono incoraggiati e rinforzati continuamente e coerentemente, i bambini sviluppano la fiducia in sè stessi e l’entusiasmo per l’apprendimento.

I gruppi classe sono ridotti, in modo che gli insegnanti possano lavorare a stretto contatto con ogni bambino. Gli insegnanti sono formati a valutare lo sviluppo fisico, mentale ed emotivo di ogni bambino e a guidarlo di conseguenza.E’ evidente che quando gli studenti sentono che l’educazione è focalizzata sui loro bisogni e interessi, il primo amore per l’apprendimento fiorisce nel corso degli anni scolastici.

Quando un insegnante prende il tempo per creare attività in classe basate sui bisogni e gli interessi degli studenti, la scuola diventa un’esperienza eccitante, che accresce il valore della vita e permette di compiere moltissima strada verso la soluzione al problema del coinvolgimento degli studenti. Con l’esperienza, gli insegnanti sviluppano un senso intuitivo per ciò di cui i bambini hanno bisogno, insieme alla fiducia necessaria per attuare idee creative che soddisfino queste esigenze.

L’enfasi su un curriculum centrato sul bambino contribuisce anche a una sensazione di rispetto reciproco tra insegnante e studente. Prestando particolare attenzione agli individui, l’insegnante sviluppa apprezzamento per le qualità positive di ogni studente. I bambini, d’altro canto, sentono che l’insegnante sta cercando di adattare il processo di apprendimento ai loro interessi e abilità, al contrario che imporre un rigido programma di lezioni prestabilite. In questo modo insegnanti e studenti possono partecipare all’emozione della co-creazione del curriculum.

“Se riusciamo a tenere la concentrazione su ogni nuovo bambino che arriva nella nostra classe, prendere il tempo per entrare in contatto con il bambino, e poi usare questa connessione come base per utilizzare tutti i meravigliosi strumenti di EFL, faremo la nostra parte per servire i più alti bisogni dei nostri studenti e compiere la missione di Educare alla Vita.”

Nitai Derania

Gli Insegnanti EaV

“Ricorda, qualsiasi cosa vuoi che gli altri siano, devi prima esserla tu stesso, e vedrai che essi risponderanno nella stessa maniera… Più migliori te stesso, più eleverai gli altri intorno a te. La persona che migliora se stessa diviene sempre più felice; e più diventi felice, più felici saranno le persone intorno a te.”Paramhansa Yogananda

Le scuole correttamente organizzate sono giardini in cui le anime infantili vengono coltivate e allevate. I giardinieri dovrebbero essere ben selezionati e cooperare con i genitori e il pubblico. Gli insegnanti non dovrebbero mai essere trascurati, perché sono modellatori dell’anima. La cura e il nutrimento spirituale delle prime anni di vita di una pianta umana di solito determina il suo sviluppo successivo.

Gli esempi viventi possono ispirare i bambini molto più efficacemente delle regole.

Un insegnante che comprende profondamente la propria materia è più facilmente in grado di risvegliare un amore e un coinvolgimento simili nei bambini. Educare alla Vita è costruito attorno alla sensibilità e al cuore aperto degli insegnanti verso i loro studenti. È essenziale, quindi, che nella sua vita l’insegnante esprima gli atteggiamenti positivi, i valori spirituali e morali e la maturità che cerchiamo di trasmettere ai bambini.

“Gli insegnanti sono molto positivi. Vedono solo il meglio in ogni bambino e si sforzano di nutrire quella parte speciale. Ogni insegnante di una scuola Living Wisdom segue un percorso spirituale che include la meditazione. Gli insegnanti hanno una meravigliosa chiarezza e gioia che infondono ogni giorno ai nostri figli.” LWS Parent, Palo Alto

Gli insegnanti abbracciano Educare alla Vita come un processo che dura tutta la vita. Ogni insegnante è attivamente impegnato nel suo sviluppo personale e spirituale. Gli insegnanti meditano regolarmente e praticano i principi dell’autocontrollo emotivo che costituiscono il fondamento di questo approccio educativo. Ricevono supporto e formazione costanti per rimanere freschi, entusiasti ed espansivi.

Gli insegnanti EFL sono autentici e i bambini lo percepiscono immediatamente. Gli insegnanti della scuola Living Wisdom sono in grado di vedere i doni unici di ogni bambino e di celebrarli in centinaia di modi nel corso della giornata di scuola: attraverso incoraggiamento, affermazioni positive, sfide e sostegno, celebrazione e gioia. Comprendono che il buon insegnamento è un’arte e una scienza, guidate dall’ispirazione, non dalla coercizione. Si focalizzano sul positivo, non sul negativo – sulle soluzioni, non sui problemi. Creatività e spontaneità così come disciplina e struttura infondono la loro pedagogia. Loro stessi sono studenti per tutta la vita.

(Gli insegnanti) vivevano i principi che insegnavano e questo ha fatto sì che li rispettassi immensamente”I.Z., EFL Alumni
“Non soffermarti mai sul pensiero dei tuoi difetti. Ricorda, invece, le tue buone azioni e la bontà presente nel mondo. Convinci te stesso della tua innata perfezione.”Paramhansa Yogananda

Spiritualità

Capita a molti di noi, a un certo punto della nostra vita, di accorgerci di aver perso il contatto con la nostra esistenza interiore. Potremmo non essere sicuri di quello che stiamo veramente cercando, ma sappiamo che c’è un aspetto, dentro di noi, che riflette ciò che veramente siamo, molto di più di quanto possano mai fare gli oggetti che possediamo, il nostro aspetto e tutte le altre cose con cui solitamente ci identifichiamo. Istintivamente sappiamo che c’è qualche modo in cui siamo collegati al resto di questa vasta creazione, con l’essenza della vita stessa e con un potere che sostiene tutto.

Abbiamo tutti una vita interiore. Alcuni la descrivono come spiritualità, mentre altri pensano ad essa come a un “silenzioso luogo interiore” dove possiamo raccoglierci e ricevere forza per affrontare la prossima sfida. Alcuni pensano alla vita interiore come riverenza per il mistero della creazione o per un potere superiore che guida in modo intelligente le nostre vite. Ma qualunque nome gli diamo, la dimensione spirituale della vita, che è così naturale e ovvia per la maggior parte dei bambini, è pienamente riconosciuta in un’aula di una scuola Living Wisdom.

Per Educare alla Vita la spiritualità non è definita come un particolare dogma o credo. Quindi, non è “istruzione religiosa” nel senso tradizionale. Piuttosto, l’attenzione è focalizzata sull’esperienza diretta e personale del bambino di verità spirituali universali come gentilezza, compassione, empatia, lealtà, onestà e coraggio. La chiave è la realizzazione del Sé – la realizzazione individuale che la felicità cresce man mano che espandiamo la nostra consapevolezza per abbracciare realtà sempre più ampie.

“I bambini imparano a connettersi interiormente con lo spirito e a trovare risposte dentro di sé, invece di guardare al mondo esterno perché dica loro cosa fare o per farli stare bene. Gli insegnanti aiutano i bambini a capire cosa sta accadendo dentro di loro, invece di ignorarlo.”

“I bambini sviluppano una fonte interiore di forza a cui possono attingere sempre. Giungono a scoprire chi sono veramente. ” LWS Parents, Palo Alto

Quando sembra appropriato, gli insegnanti sottolineano che certi atteggiamenti e azioni aumentano il senso interiore di benessere del bambino, mentre altre scelte lo portano via. Molti genitori hanno detto quanto desidererebbero essere stati incoraggiati ad apprendere queste lezioni quando erano giovani.

“Quando i nostri bambini sono troppo eccitati o irrequieti, insegniamo loro a respirare correttamente e ricordiamo loro il collegamento tra il controllo del respiro e la calma della mente e delle emozioni. Facciamo praticare ai bambini la respirazione che li calma prima di un compito importante o di una partita di baseball, e scoprono da soli che funziona.” Helen Purcell, Director of the Palo Alto Living Wisdom School, California
“La meditazione quotidiana a scuola ci ha dato l’opportunità di rallentare le nostre menti, analizzare i nostri modelli di pensiero e aiutarci a conoscerci meglio. Apprendere le differenze tra i modelli di pensiero positivi e negativi è stato estremamente prezioso.”EFL Alumni

Aiutiamo i bambini a coltivare una vita interiore, rispettando e sostenendo il loro risveglio intuitivo verso una realtà più grande.

Ogni mattina dovrebbe essere riservato del tempo per il canto, la meditazione silenziosa, le affermazioni, la preghiera, le posizioni yoga e ad altre attività che aiutano i bambini a sperimentare da soli ciò che si prova ad essere in armonia con un livello più alto di coscienza.

In classe gli studenti creano un altare universale sul quale vi sono simboli di tutte le religioni del mondo, oltre a oggetti e decorazioni che i bambini trovano individualmente sacri e significativi.

“Mia figlia, tutta da sola, ha allestito un altare nella sua stanza. Lo ha fatto lei stessa e lo cambia in base al suo umore. In questo momento ha pezzi di vetro colorato, un piccolo orsetto, una piuma, niente che si identifichi come  religioso, solo le sue icone speciali. Ma lei sembra comprendere quell’altare come un modo per focalizzare la sua energia e apprezzare e amare il mondo che la circonda.”
LWS Parent, Palo Alto
“Le autorità educative ritengono impossibile insegnare i principi spirituali nelle scuole pubbliche perché le confondono con la varietà di forme conflittuali di fede religiosa. Ma se si concentrano sui principi universali di pace, amore, servizio, tolleranza e fede che governano la vita spirituale e escogitano metodi per far crescere praticamente questi semi nel terreno fertile della mente del bambino, allora la difficoltà immaginaria si dissolve. È il più grande errore ignorare questo problema solo perché è apparentemente difficile.”Paramhansa Yogananda
“La premessa che soggiace a “Educare alla Vita” è che l’unico vero scopo della vita è imparare chi siamo veramente; e quello che siamo veramente, oltre il corpo, la mente e la personalità, è l’anima, e la natura dell’anima è la gioia.” Helen Purcell, Director of the Living Wisdom School in Palo Alto, California

Condividere i valori

La più alta educazione non è quella che ci fornisce semplicemente informazioni, ma quella che pone la nostra vita in armonia con l’intera esistenza.”Rabindranath Tagore
“Mia figlia sta imparando a scuola ad affrontare la vita con gioia, amore, gentilezza e un atteggiamento positivo. Vediamo chiaramente i cambiamenti in lei. L’amore e la gioia che porta a casa sembra avere un effetto elevante su noi genitori. Se dovessimo mai trasferirci da quest’area, andremo solo in un luogo dove ci sia un’altra scuola Living Wisdom!”LWS Parent, Palo Alto

I valori universali sono i gioielli dell’esistenza umana. Migliorano la qualità della vita, sia dei bambini che degli adulti,  e ci permettono di affrontare le innumerevoli sfide della vita con coraggio e gioia. Con gli ex studenti che ora hanno 40 e 50 anni, possiamo vedere come incorporare questi valori nel nucleo centrale dell’educazione prepari gli studenti ad un’esperienza, lunga tutta la vita, di significato, di senso e di benessere.

I bambini scoprono che sentimenti, pensieri e azioni espansive accrescono il loro senso di benessere, mentre sentimenti e azioni contrattive portano via quella felicità. “Giusto e sbagliato” diventano così esperienze in prima persona delle conseguenze dei comportamenti personali, piuttosto che un insieme fisso di regole astratte.

Vivere in armonia porta davvero la gioia; vivere a spese della felicità altrui porta scontentezza, anche se c’è un qualche fugace piacere nel far andare le cose nel verso che vogliamo. Dare ai bambini l’opportunità di servire gli altri e aiutarli a divenire consapevoli dei benefici e della gioia di tali azioni, li guida verso quella realizzazione.

“Molto spesso i ragazzi sono venuti da me illuminati dalla gioia e dall’eccitazione per qualche atto di gentilezza. In queste situazioni li aiuto a vedere come siano state le loro azioni a produrre quelle meravigliose sensazioni. Così, dalle loro esperienze pratiche, i bambini iniziano ad apprezzare il fatto che esiste una gioia interiore che viene attivata da atti esteriori di gentilezza. I loro atti di servizio possono allora venire liberati dalla necessità di un riconoscimento esterno, perchè le loro sensazioni più intime sono una motivazione sufficiente. Da quì a provare felicità nella gioia degli altri il passo è breve, e iniziamo a toccare l’unico spirito che tutti condividiamo.”Narani Moorhouse, LWS teacher in Nevada City, California, from her book Supporting Your Child’s Inner Life

Regole

“La scuola dell’infanzia ha organizzato un programma di danza improvvisata. Tutti gli altri bambini della scuola erano tra il pubblico con i genitori della scuola dell’infanzia. In seguito, sul palco c’era un cerchio di tutta la scuola e ognuno stava cantando. Ho guardato i volti dei bambini, ed erano così felici e così contenti.
Più tardi, ho cercato di spiegarlo alle persone nel mio ufficio, ma non potevo trovare le parole. Sapevo solamente che i miei figli erano amati e che ci si prendeva cura di loro, che tutti i bambini lì erano amati e ci si prendeva cura di loro, e che non avrei mai potuto trovare un posto migliore per i miei figli.”LWS Parent, Palo Alto

Le regole in una scuola Educare alla Vita:

 

  • Divertiti.

    Scopri che la vera felicità include la felicità degli altri nel loro lungo viaggio verso la consapevolezza dell’unità di tutte le cose.

  • Pratica la gentilezza.

    Impara a praticare la gentilezza reciproca con gli altri e a riconoscere che così facendo si crea un’atmosfera amorevole e sicura.

  • Scegli la felicità.

    Impara che hai il potere di scegliere come risponderai alle sfide della vita. Impara a concentrarti sul positivo piuttosto che sul negativo. Impara a controllare i tuoi stati d’animo ed alzare la tua energia per affrontare le difficoltà che si presentano.

  • Sii un amico amorevole per tutti - bambini ed insegnanti.

    Gioca insieme agli studenti delle diverse classi. Divertiti ad aiutare i bambini più piccoli. Condividi le tue conoscenze e accoglile dagli altri, sia studenti che insegnanti.

  • Ridi spesso.

    Risate e vivaci scambi in classe aiutano a fare dell’apprendimento un processo gioioso.

  • Sii uno studente per tutta la vita.

    Scopri l’amore e la gioia dell’apprendimento fine a se stesso.

  • Abbi fiducia in te stesso.

    Impara a consultare la tua conoscenza e intuizione piuttosto che soccombere alla pressione dei compagni mentre affronti le sfide della vita.

  • Usa la tua volontà per creare una buona energia.

    Premia la perseveranza e il coraggio di fronte alle sfide. Abbraccia la vita momento per momento nelle lezioni apprese, nelle canzoni cantate, nelle rappresentazioni teatrali, ecc.

  • Trova la gioia dentro di te.

    Diventa consapevole che la felicità risiede dentro di te, non fuori. Impara a usare il respiro per centrare e calmare te stesso. Guarda alle vite dei santi e dei saggi di tutte le religioni come modelli nella tua ricerca della vera felicità.

Energia

Il compito dell’educazione è di attirare i bambini verso gli ideali della maturità, portandoli cioè a includere la realtà degli altri nella loro. Un bambino ha il naturale bisogno di sentirsi al sicuro entro confini a lui già noti. Fortunatamente per il suo sviluppo, sente anche l’innato bisogno di espandere quei confini, via via che percepisce in se stesso la capacità di spingersi verso l’esterno.J. Donald Walters, Education for Life

Ogni bambino, come ogni adulto, è in un cammino. Cammina verso l’appagamento e l’espansione della gioia. L’espansione della coscienza è lo scopo essenziale dell’educazione e della vita.

Esiste una dimensione della coscienza che attraversa tutta la vita. All’estremo superiore di questo spettro troviamo un’energia vibrante ed espansiva che si rivela in qualità come gentilezza, sincerità, perdono, generosità, rispetto di sé, amore e gioia. Al livello meno avanzato, si esprime con un basso livello di energia in una gamma ristretta di comportamenti, manifestandosi in qualità come ostinazione, negligenza, mancanza di autostima, superstizione, tendenza a procrastinare, insensibilità e falsità. Nella fascia media di questo spettro di coscienza troviamo una miscela di comportamenti in cui l’energia è generalmente alta, ma con un’espressione turbolenta ed egoistica come nelle qualità dell’egoismo, dell’impulsività, dell’orgoglio, della pignoleria, del senso di vendetta, della preoccupazione e dell’arroganza.

Il progresso lungo questa dimensione della coscienza è essenzialmente motivato dal desiderio dell’individuo di evitare il dolore e la tristezza e di ottenere un’esperienza di felicità sempre più duratura e soddisfacente. Ai livelli inferiori dove la coscienza è contratta, la motivazione viene quasi sempre prodotta attraverso l’applicazione di regole e altre forme di disciplina esteriore, come quando un bambino insensibile deve essere forzato a fermare il suo bullismo sugli altri. Man mano che saliamo lungo lo spettro, una forma più profonda e duratura di motivazione diventa gradualmente accessibile.

All’interno di tutti i più alti valori di vita, c’è un nucleo intrinseco di esperienza che fornisce una motivazione naturale per esprimere quella qualità. Ad esempio, c’è una calma che accompagna l’espressione della verità, e una gioia che può essere sentita nel servizio disinteressato. Man mano che la coscienza di una persona evolve, la necessità di una motivazione esterna viene gradualmente sostituita da queste sensibilità intime risvegliate, fornendo una base solida e pratica per scelte di vita costruttive.

Noi tendiamo al più alto livello di consapevolezza, in cui agiamo per il bene comune a livello personale e sociale, abbiamo una visione d’insieme delle situazioni e siamo orientati verso l’agire con una visione del risultato che va al di là degli interessi personali.

Gli insegnanti, gli stessi dirigenti scolastici e gli alunni guidano coscientemente da una coscienza inferiore a una più alta.. Gradualmente, quando gli studenti aumentano la loro consapevolezza, diventano anche mentori in questo processo.

Questo principio di Educare alla Vita si chiama Sviluppo Progressivo: osservando i bambini, l’adulto comincia a intuire che ognuno è guidato da tendenze diverse. Ma ciascuno, a suo modo, sta cercando appagamento e felicità. L’adulto ha il compito di spingersi al di là delle apparenze e del giudizio, aiutando individualmente i bambini a raffinare sempre più la ricerca della felicità, che consiste nell’evitare il dolore e nel cercare sempre più di fare scelte che avvicinano alla gioia. Il bambino capirà da sé che può espandersi, dalla rabbia alla pace e al perdono, dalla pigrizia all’attività, dalla tristezza alla felicità incondizionata, dalla competizione alla cooperazione.

Flow Learning

“Da giovane naturalista ho realizzato che esiste una sequenza di giochi e attività che, a prescindere dall’età, dall’umore e dalla cultura di un gruppo, sembra sempre funzionare al meglio.
Ovunque le persone rispondono a questa sequenza perché è in armonia con aspetti più profondi della natura umana.”
Joseph Bharat Cornell

Joseph Bharat Cornell, il fondatore del movimento Sharing Nature Worldwide, crea il Flow Learning come un sistema di insegnamento semplice, ma sottile e fortemente efficace, basato su principi universali di consapevolezza e su come le persone apprendono. Il Flow Learning si adatta facilmente dalle sue origini come strumento di educazione alla natura a strumento per un ampio approccio,  che consente agli insegnanti di qualsiasi disciplina di aiutare gli studenti a ottenere una comprensione intuitiva così come intellettuale dell’argomento trattato.

Ci sono quattro fasi nel processo:

Risvegliare l’entusiasmo, Focalizzare l’attenzione, Esperienza diretta e Condividere l’ ispirazione.

Questa sequenza fornisce una cornice semplice che permette all’insegnante di strutturare lezioni per il massimo successo. Si possono incontrare le persone al proprio livello di interesse ed energia, e poi guidarle passo dopo passo verso esperienze di apprendimento più significative e profonde.

Fase uno:
Risvegliare l’Entusiasmo

Senza entusiasmo le persone imparano molto poco e non possono mai avere un’esperienza significativa di apprendimento. L’entusiasmo è un flusso intenso di attenzione e interesse personale. I giochi per risvegliare l’entusiasmo sviluppano l’attenzione e vincono la passività, creando coinvolgimento e stabilendo un rapporto tra insegnante, studente e soggetto, promuovendo un legame di gruppo positivo. Il tempo speso nel creare un’atmosfera di curiosità, divertimento o interesse personale è inestimabile, perché una volta che l’entusiasmo degli studenti è attivato, la loro energia può essere focalizzata sulla lezione o l’esperienza imminente.

Fase due:
Focalizzare l’Attenzione

Senza attenzione focalizzata e concentrazione non può aver luogo un vero apprendimento. Se i nostri pensieri sono dispersi, non possiamo essere intensamente consapevoli di nulla. Vogliamo portare l’entusiasmo degli studenti verso una concentrazione calma. Le attività per focalizzare l’attenzione aiutano gli studenti a diventare attenti e ricettivi, aumentando la concentrazione, approfondendo la consapevolezza e calmando la mente.

Fase tre:
Esperienza
Diretta

Una volta che l’interesse e l’energia degli studenti sono stati risvegliati e focalizzati, il palcoscenico è pronto per attività profondamente esperienziali. Assorbiti dall’esperienza diretta, gli studenti creano una connessione profonda con gli oggetti del loro apprendimento, rafforzando la comprensione intuitiva e favorendo intuizioni personali e ispirazione. Questa fase ispira meraviglia, empatia e amore, aiutandoci a scoprire un profondo senso interiore di appartenenza e comprensione.

Fase quattro:
Condividere l’Ispirazione

Riflettere e condividere con gli altri rafforza e chiarifica la propria esperienza. La condivisione porta in superficie sentimenti non detti ma spesso universali che, una volta comunicati, permettono alle persone di sentirsi più strettamente legate all’argomento e tra di loro. Dare agli studenti l’opportunità di condividere la loro esperienza accresce l’apprendimento per l’intera classe. La condivisione riunisce tutti e crea un senso di completamento e un’atmosfera elevante, rendendo molto più facile per l’insegnante condividere idee e storie ispiranti.

Le quattro fasi del Flow Learning fluiscono naturalmente l’una verso l’altra.
Ogni fase contiene attività gioiose, intellettualmente stimolanti e altamente coinvolgenti.

Parte accademica

Un amore per l’apprendimento lungo tutto la vita

Il successo accademico dipende dal portare l’intero bambino nel processo di apprendimento – la sua energia, entusiasmo, impegno e intensità.

La piccola dimensione della classe consente di prestare attenzione individuale a ogni bambino, ogni giorno. Un curriculum accademico arricchito ed equilibrato sfida gli studenti a tutti i livelli di sviluppo.

I bambini sviluppano la fiducia in se stessi attraverso la gentilezza e una guida incoraggiante. Un eccellente programma accademico, combinato con l’attenzione ai bisogni emotivi individuali del bambino, favorisce un apprendimento eccezionale e gioioso.

Gli studenti imparano come imparare, come fare domande, come ascoltare e valutare le risposte. I bambini imparano a correre rischi ed esprimono ciò che pensano e sentono, in un’atmosfera di rispetto: un modello di educazione che non conosce lo stress che molti bambini vivono oggi a scuola. Coltivare l’amore dell’apprendimento per tutta la vita e un pensiero critico in un’atmosfera di rispetto per l’individuo.

“I bambini della scuola Living Wisdom sviluppano alla base un senso di fiducia in sè stessi, non importa a quale livello di abilità si trovano. Entusiasmo e fiducia in sè stessi, questo è ciò di cui hai bisogno per tutta la tua vita. Così spesso, quando i bambini vanno a scuola, perdono queste qualità. La scuola Living Wisdom li rende più forti.” LWS Parent, Palo Alto
“Un mio studente di terza elementare ha ricevuto una griglia 3 x 3 i cui numeri devono essere addizionati per dare la stessa somma in tutte le direzioni. Ha lottato per tre giorni, poi nel bel mezzo della lezione improvvisamente ha risolto l’enigma. Ha esclamato: “Sì! Sì! ” e ha baciato il suo foglio. Allora gli ho dato un quadrato magico 4 x 4 su cui ha lottato per quattro giorni. Alla fine l’ha risolto. Poche mattine dopo, era malato e si discuteva se andare o no a scuola. “Aspetta,” ha detto, ” abbiamo matematica oggi? Devo andare. Il mio insegnante ha bisogno di me.”Third-Grade Teacher, LWS Nevada City
L’unica fonte di conoscenza è l’esperienza.”Albert Einstein

I bambini trovano una vera connessione tra le loro vite e gli studi, l’apprendimento.

Con il corpo e i sensi vivono esperienze concrete; attraverso il cuore e i sentimenti creano connessioni positive; attraverso la loro volontà esprimono creativamente ciò che hanno appreso, integrando l’apprendimento nelle loro vite.

“Quando impari in modo esperienziale, l’apprendimento si attacca. Diventa parte di ciò che sei –  diverso dal solo memorizzare fatti ed essere esaminato su di essi. Quando mia figlia stava imparando a scrivere poesie, la sua insegnante rispettava le sue capacità, così tanto che era come se mia figlia imparasse l’essenza di ciò che significa essere un poeta.” LWS Parent, Palo Alto

Emozioni

Solo attraverso il calmo sentimento interiore una persona può conoscere decisamente la giusta direzione da prendere in ogni azione. J.Donald Walters, Education for Life

I bambini possono imparare a riconoscere la differenza tra emozione e sentimento.

Un sentimento calmo e sensibile è uno strumento inestimabile per la comprensione completa della maggior parte dei soggetti, mentre le emozioni turbolente impediscono una comprensione chiara e oggettiva. Il sentimento, quando è calmo e puro, è essenziale sia per la vera oggettività che per l’intuito maturo. Ci sono modi per chiarire i sentimenti, così come ci sono principi di logica per imparare a ragionare correttamente.

Coloro che dirigono le loro vite da questo livello più profondo di sentimento raggiungono livelli di successo che non sono mai raggiunti da persone che limitano la loro ricerca di risposte all’esercizio della ragione. La ragione, infatti, se non supportata dal sentimento, può indicare centinaia di direzioni plausibili senza offrire certezza sulla correttezza di alcuna di esse.

Di solito, più grande è lo scienziato, più profondamente egli “sente” la sua materia; come disse Einstein, l’essenza della vera scoperta scientifica è un senso di stupore mistico.

I bambini hanno bisogno di imparare come reagire in modo appropriato. Non potranno mai farlo se la reazione scaturisce dalle loro emozioni soggettive. È necessario un considerevole allenamento per imparare a imbrigliare il sentimento e renderlo un utile alleato. Fin dai primi anni di scuola, cerchiamo di aiutare i bambini a imparare a essere responsabili della loro felicità.

Molte pratiche in classe appropriate all’età sono specificamente progettate per aiutare i bambini a diventare consapevoli delle scelte che fanno e delle conseguenze di tali scelte. Così imparano dalle loro esperienze, piuttosto che attraverso il dogma o la punizione. Incoraggiamo i bambini a riconoscere che possono imparare a scegliere le loro risposte al mondo che li circonda.

“I miei figli sono completamente a loro agio a scuola, non hanno affatto paura. Infatti, da quando frequentano la scuola Living Wisdom, hanno sviluppato una tale fiducia in sé stessi che non temono nessuna nuova situazione.” LWS Parent, Palo Alto
“Quando torna a casa da scuola, mia figlia è così pacifica, calma e felice. I bambini della scuola Living Wisdom sono molto simili a lei – la stessa sensibilità, gli stessi valori a casa. Mi sento benissimo anch’io, solo a passare per la scuola. C’è una buona energia. La scuola Living Wisdom si sente come una famiglia in un modo che non ho visto in altre scuole.”LWS Parent, Palo Alto

La mancanza di conflitti non è ciò che costruisce il carattere; piuttosto, è come impariamo a gestire i conflitti inevitabili della vita che definisce come condurremo le nostre vite. La dimensione ridotta del gruppo classe significa che i conflitti devono essere risolti. L’aula è quindi un eccellente laboratorio per padroneggiare le capacità di risoluzione dei conflitti.

Poiché la Maturità è la capacità di relazionarsi in modo appropriato ad altre realtà, e non solo alla propria, alla scuola Living Wisdom incoraggiamo i bambini a diventare più consapevoli dei bisogni degli altri. Mentre i bambini sperimentano la gentilezza e il comportamento altruistico, stiamo attenti a portare la loro attenzione su quanto ci si senta meglio ad agire da un cuore aperto.

“Entrambi i miei figli, adesso quasi trentenni, hanno seguito il programma della scuola Living Wisdom. Ho notato che, come giovani adulti in ambienti professionali, hanno un acuto senso di come lavorare con gli altri. Ognuno a modo suo porta nel lavoro un senso di come andare d’accordo con le persone, come creare comunità e come affrontare le sfide.”Parent of Living Wisdom School Palo Alto graduates

Creatività

La creatività è spesso intesa come uno strumento esclusivo delle arti. Tuttavia, la creatività è una risorsa importante per ogni aspetto della vita. Un grande esempio è nel campo delle relazioni. La creatività dinamica può essere utilizzata per comunicare con gli altri in un modo sempre più efficace. Anche lo sforzo stesso di comunicare qualcosa creativamente chiarisce la nostra comprensione dell’argomento che viene trasmesso. Questo perché, in effetti, per essere in grado di comunicare qualcosa in modo chiaro, bisogna prima averne chiarezza in sé stessi.

“Normalmente, la prova della grandezza nelle arti è la capacità di esprimere bene sentimenti e percezioni profonde semplicemente e chiaramente.”J.Donald Walters

Per sviluppare la creatività è importante capirne l’essenza. La vera creatività viene dall’intuizione, che richiede un equilibrio armonioso tra ragionamento chiaro e sentimento calmo. Intuizione significa accrescere la propria consapevolezza delle verità che giacciono già profondamente dentro di sé, al di là dei pregiudizi mentali ed emotivi. Questo è il motivo per cui molti grandi artisti come G.F. Handel, parlano di creatività come atto di ascolto e ricezione. La mente e il cuore funzionano quindi come filtri per “tradurre” questa sottile ispirazione in una creazione oggettiva. Da qui la necessità di avere una mente chiara e un sentimento calmo. Infatti, non si può nemmeno riuscire ad ascoltare questa ispirazione se le scariche dell’inquietudine e della confusione stanno insieme infastidendo il silenzioso sussurro dell’intuizione.

Lo yoga e la meditazione sono usati come strumenti per sviluppare la chiarezza del ragionamento e la calma dei sentimenti e l’arte stessa è usata come strumento per sviluppare la creatività.

“Abbiamo bisogno dell’intuizione e non solo dell’intelligenza. Senza intuizione non c’è modo per noi di trascendere i limiti della natura umana e conoscere le cose come sono.

É in questo senso, infatti, che abbiamo bisogno delle arti – non come una sorta di sfogo per le emozioni represse, ma perché le arti, più della maggior parte delle altre attività, possono aiutarci a sviluppare l’intuizione e a indirizzarla con saggezza.”J.Donald Walters

Le arti, inoltre, svolgono un ruolo fondamentale in Educare alla Vita, poiché servono come strumento per sviluppare non solo la creatività, ma anche la sensibilità, l’intelligenza, l’empatia, la sincerità, l’autoconsapevolezza e molti altri valori importanti che serviranno al bambino durante la sua intera vita.

Il canto, ad esempio, può aiutare a comprendere l’importanza della voce umana come mezzo di espressione di sé. Con la danza, gli atteggiamenti della mente possono essere riportati in superficie collegandoli ai movimenti del corpo. La pittura può essere un mezzo per manifestare all’esterno sentimenti che, una volta oggettivati, potrebbero essere enfatizzati se i sentimenti sono costruttivi, o positivi e reindirizzati se sono distruttivi. La recitazione può essere utilizzata come strumento per imparare come entrare in contatto con i propri sentimenti ed esprimerli in modo chiaro e sano.

“Quando ho sentito parlare per la prima volta del genere di rappresentazioni teatrali programmate, pensavo che fosse troppo per i bambini. Non intendo solo quanto sia elaborato; parlo della trama: “La storia di San Francesco”, “La vita di Buddha”, “Krishna l’Amato.” Voglio dire, stiamo parlando di scuola elementare! Ma come al solito, gli insegnanti sanno cosa fanno. I bambini sono entusiasti di essere coinvolti in qualcosa di profondo, piuttosto che nel tipo di rappresentazioni che i bambini spesso devono fare. Recitando, ottengono veramente il senso di ciò che rende grande una grande persona: il coraggio, la dedizione, l’altruismo, l’amore. E lo ricordano. Per anni,in seguito, li sento parlare di cose che hanno imparato dalle commedie, usare quello che hanno imparato come standard per le loro vite.” LWS Parent, Palo Alto

Per ultimo ma non meno importante, i bambini apprendono anche come sviluppare competenze più “mondane” ma sempre utili, come falegnameria, informatica, parlare in pubblico, artigianato, e molto altro.

Natura

Tra ogni due pini c’è una porta che conduce a un nuovo modo di vivere.”John Muir
“Il mondo naturale infonde nei bambini un senso di meraviglia e sicurezza allo stesso tempo. È così vasto, eppure intricatamente piccolo. È pieno di vivacità, ma anche di profonda calma. Ha ritmi naturali di costante cambiamento – giorno e notte, il ciclo delle stagioni, nascita, vita e morte – e tuttavia c’è una tale stabilità negli schemi seguiti da questi cambiamenti. Tutte queste qualità fanno parte del potere magnetico della natura per attirare i bambini verso una maggiore consapevolezza. Di volta in volta ho visto bambini abbastanza irrequieti trasformarsi completamente semplicemente sedendo in silenzio, rivolgendo lo sguardo al panorama delle montagne.

Prendersi cura degli animali, specie se piccoli, apre il cuore alla gioia del servizio per quasi tutti i bambini, specialmente per quelli fra i sei e i dodici anni. Se hai mai visto dei bambini in presenza di un cucciolo, saprai quel che intendo dire. Vogliono fare ogni cosa per lui: dargli da mangiare, portarlo in braccio, coccolarlo e proteggerlo. Si può quasi vedere in cuore del bambino che si espande.” Narani Moorhouse, Nevada City LWS teacher

La natura è uno spazio in cui i bambini possono esplorare, praticare esercizi vigorosi, usare la volontà per affrontare sfide, avere esperienze di osservazione silenziosa, introspezione e pace, focalizzare l’attenzione, attivare la concentrazione, essere ispirati ed espandere il respiro, alzare lo sguardo e il cuore.

La natura sussurra ai bambini l’idea che non sono soli nel mondo e che altre realtà e dimensioni esistono accanto alla loro.

Ricordo una ricreazione quando l’intera classe si sdraiò spontaneamente  a terra, nello spazio del parcheggio, per osservare le formazioni nuvolose, insistendo perché mi unissi a loro.

Un’altra grande esperienza è stata la volta in cui siamo andati in un vicino torrente per fare un picnic, ma ha iniziato a piovere. Ero convinta di tornare in classe, ma no; i bambini mi ricordarono che i bambini del libro non avrebbero lasciato che un po’ di pioggia o di neve li fermassero.

Siamo scesi verso il ruscello e ci siamo sparsi per trovare punti asciutti. Accovacciati sotto le panche e gli alberi, abbiamo mangiato i nostri pasti in silenzio, osservando la pioggia cadere sull’acqua. Eravamo tutti così contenti  solo per essere lì in comunione con la natura che ci circondava; era uno di quegli indimenticabili eventi della vita che non possono essere programmati.

L’unica parola che posso pensare per descrivere come era è sacro.

Nulla supera il potere della natura di rilassare e coinvolgere i bambini in un modo che li calma e apre i loro cuori.
Susan Usha Dermond, Calm and compassionate children

Educare alla Vita prende profonda ispirazione  e attività preziose da un movimento mondiale dedicato ad aiutare bambini e adulti ad approfondire la loro relazione con la natura, dal nome Sharing Nature.

Sharing Nature, fondata da Joseph Cornell, utilizza attività nella natura creative e  trasformanti e il Flow Learning, un sistema di insegnamento rivoluzionario che promuove l’empatia e la consapevolezza e rende vivo l’apprendimento.

La missione è di ampliare la sensibilità delle persone e ispirare un senso di immergendosi in esperienze nella natura che cambiano la vita; insegnare i principi dell’ecologia e delle scienze naturali attraverso giochi e storie esperienziali e promuovere esperienze della natura intuitive e di risveglio del cuore, aiutando le persone a scoprire la propria natura più alta.

Quando il primo libro di Joseph Cornell, Sharing Nature with Children (Condividere la Natura con i bambini), è stato pubblicato nel 1979, è stato accolto con un plauso universale. Il famoso ambientalista Sir Peter Scott ha dichiarato: “Ho trovato Condividere la natura con i bambini un concetto originale e fantasioso in un campo che è vitale per il benessere del pianeta.”

“Giocare ai giochi di Sharing Nature è una delle mie attività preferite! Non è solo tanto divertente, ma mi dà l’opportunità di formare una connessione più profonda e  significativa con chi sto giocando, con la Natura e con me stesso” Aaron Resendiz, Assisi LWS Teacher